Hack@MI è stato l’Hackathon di
STEM in the City 2020

Secondo osservatori privilegiati come World Economic Forum, Harvard Business Review e MIT di Boston le competenze fondamentali per il progresso tecnologico, sociale ed economico sono quelle di tipo scientifico, critico ed empirico Per questo motivo è nato Hack@MI.

Hack@MI, organizzato in collaborazione con il Comune di Milano e tenutosi da Aprile a Maggio 2020, è stato il primo e il più grande progetto integrato di gare online e digital hackathon finale progettato per laureati o laureandi in materie STEM(A) [STEM + Arts] per abilitare la trasformazione digitale verso un futuro smart e sostenibile.

Data Challenges per risolvere altrettanti problemi per un mondo migliore

Call for Ideas per promuovere e innovare l'educazione finanziaria

settimane di competizione online per qualificarsi alla finale (aprile)

digital hackathon finale per decretare il vincitore (23 maggio)

Hack@MI è stato un evento pensato per integrare competenze diverse, stimolando l’innovazione sia nel settore pubblico che in quello privato.

Tenutosi anche ad Aprile, mese dedicato alle STEM(A) a livello internazionale, l’hackathon prestava particolare attenzione ai temi della sostenibilità e della parità di genere (gender gap) per favorire l’integrazione delle competenze STEM (science, technology, engineering, mathematics) con quelle sviluppate durante percorsi di studio umanistici (arts).

L’Hackathon era suddiviso in gare di qualificazioni e finale.
Le qualificazioni hanno rappresentato il trampolino di lancio per mettere alla prova i partecipanti nel progettare insieme una Milano e un futuro smart e sostenibili.
La finale invece mirava allo sviluppo di una soluzione applicativa basata su tecniche di intelligenza artificiale IA per il riconoscimento automatico delle variazioni nel tempo della copertura del suolo in ambito urbano.

classifica finale